Archivi tag: vita aliena

Ufo: scoperto un oggetto volante in una foto scattata da Apollo 12?

Ufo Apollo12

Ufo 45 anni dopo: un oggetto volante non identificato sarebbe stato scoperto in un’immagine ripresa dalla missione Apollo 12, partita nel 1969. La foto, scoperta da un utente di Youtube, è stata postata poi sul sito Ufo Sightings Daily, che considera probabile al 95 per cento la sua natura aliena. Realtà o scherzo della luce?

Continue reading Ufo: scoperto un oggetto volante in una foto scattata da Apollo 12?

Scienziato del SETI: “Potremmo trovare la vita aliena, ma i politici non vogliono”

È l’opinione di Seth Shostak, astronomo senior del Seti Institute. I dati suggeriscono che solo nella nostra galassia ci sono 40 miliardi di pianeti che possono ospitare la vita. Ma per trovarli sono necessarie apparecchiature sofisticate e costose. “Purtroppo, gran parte di questi strumenti è ancora sul tavolo da disegno e non nello spazio”, spiega il dottor Shostak.

vita-extraterrestre

Continue reading Scienziato del SETI: “Potremmo trovare la vita aliena, ma i politici non vogliono”

L’Apollo 20 trovò gli alieni?

ufo oceano

Il 2 luglio abbiamo festeggiato il World Ufo Day e, tra misteri irrisolti e teorie complottiste, si fa nuovamente avanti il presunto intrigo della Nasa chiamato ‘Apollo 20′, una missione segreta, stando alle voci, che avrebbe addirittura portato sulla Terra una creatura aliena, una ragazza forse ancora viva. Ma l’idea che tutto questo sia una montatura è altrettanto potente, e le prove che sia una bufala non sarebbero da meno. Continue reading L’Apollo 20 trovò gli alieni?

I dimeri per cercare vita nello spazio

Un gruppo di ricerca dell’Università di Washington ha messo a punto un metodo per isolare i dimeri di ossigeno, particolari molecole che possono formarsi nell’atmosfera ad alte pressioni e densità. Con l’obiettivo di estendere la tecnica agli esopianeti e cercare eventuale presenza di altre forme di vita.Di Giulia Bonelli.

Elaborazione artistica di un esopianeta. Crediti: NASA
Elaborazione artistica di un esopianeta. Crediti: NASA

Continue reading I dimeri per cercare vita nello spazio

Extraterrestri: il galateo per un eventuale “incontro ravvicinato del terzo tipo”?

alieni galateo

È quesito comune quello che si interroga sul modo in cui l’uomo potrebbe affrontare un ipotetico incontro con gli extraterrestri. Secondo gli esperti, sarebbe necessario, infatti, prevedere una serie di linee guida da seguire nel caso del fatidico “incontro ravvicinato del terzo tipo”.

Nel caso in cui si abbia la prova della presenza di vita intelligente su un altro mondo, evento considerato sociale, culturale e tecnologicamente influente per gli affari umani, questo dovrà essere gestito con grande cura al fine di garantire alla nostra cultura e alla loro di rimanere intatte e non influenzate da questa nuova conoscenza“, aveva dichiarato Kelvin Long, il fondatore del Progetto Icaro, nel corso di un seminario tenutosi lo scorso agosto. Continue reading Extraterrestri: il galateo per un eventuale “incontro ravvicinato del terzo tipo”?

La vita ha il colore viola

Per adesso è solo una teoria avvalorata da un modello computerizzato, ma fra qualche anno potrebbe essere confermata. Per trovare la vita su pianeti extrasolari dobbiamo guardare al colore viola della loro atmosfera. Infatti secondo i ricercatori dell’Istituto di Astrofisica delle Canarie i batteri presenti sulla Terra 3 miliardi di anni fa erano di colore violaceo.

6a00d8341bf7f753ef01538ea5fc0f970b-800wi

Continue reading La vita ha il colore viola

Chi ha paura dello Starchild? A tu per tu con Lloyd Pye

“Io credo che lo Starchild, fino ad oggi, sia la prima, vera prova- nonchè la migliore- dell’esistenza degli Alieni. Almeno una volta, 900 anni fa, uno di loro è vissuto, è morto ed è stato seppellito qui, sulla Terra. E se è successo una volta, può accadere ancora. Questo cranio dimostrerà che la vita aliena è reale e se solo avessimo i fondi necessari lo sapremmo già. Finora abbiamo recuperato pochi frammenti del DNA mitocondriale e del DNA nucleare, ma già tutto indica chiaramente che alcune sequenze genetiche dello Starchild non hanno nulla di paragonabile con quelle terrestri”.

IL CRANIO DELLO STARCHILD A CONFRONTO CON UN UMANO

Continue reading Chi ha paura dello Starchild? A tu per tu con Lloyd Pye

Simulazione di una flotta aliena.Tutta la Via Lattea in 10 milioni di anni

Esplorare palmo a palmo l’intera nostra galassia? Secondo una simulazione numerica sarebbe possibile in “soli” dieci milioni di anni per un’ipotetica flotta di sonde autoriparanti e autoreplicanti inviate da una civiltà aliena evoluta. E potrebbero aver visitato la Terra prima della comparsa dell’umanità. Una risposta al noto paradosso di Fermi.

Di Stefano Parisi

sonda-autoreplicante

Continue reading Simulazione di una flotta aliena.Tutta la Via Lattea in 10 milioni di anni

Gli esperti a Washington: “Divulgare la verità sugli Ufo”

Stop all’embargo sulle notizie relative alla questione aliena. Massima divulgazione tra l’opinione pubblica di tutte le informazioni concernenti l’esistenza di altre Intelligenze in contatto con noi. Sono gli obiettivi del “Citizen Hearing on Disclosure”, promosso dall’attivista politico Stephen Bassett, che si terrà dal 29 aprile al 3 maggio a Washington, presso il National Press Club. Un evento per molti versi storico.

IL CLUB DI WASHINGTON CHE OSPITERÀ L’AUDIZIONE SUGLI UFO

Continue reading Gli esperti a Washington: “Divulgare la verità sugli Ufo”

C’è un messaggio alieno incorporato nel nostro codice genetico?

Immagine di credito: NASA, DOE

La risposta a se o non siamo soli nell’universo potrebbe essere proprio sotto il nostro naso, o, più letteralmente, all’interno di ogni cellula del nostro corpo.

I nostri geni potrebbero avere un design intelligente  con il “marchio del produttore” al loro interno, scritto milioni di  fa altrove nella nostra galassia? Tale “griffe” sarebbe un timbro indelebile di una civiltà extraterrestre che ci ha preceduto da molti milioni o miliardi di anni. Come la loro eredità, e l’immagine biologica.

Vladimir I. sh Cherbak di al-Farabi Kazakh National University del Kazakistan, e Maxim A. Makukov dell’Istituto di Astrofisica Fesenkov, ipotizzano che un segnale intelligente incorporato nel nostro codice genetico sarebbe un messaggio di matematica e semantica che non può essere rappresentato   dall’evoluzione  darwiniana. Lo chiamano “SETI biologico.” Che cosa c’è di più, sostengono che questo tipo di messaggio abbia una longevità  e una possibilità maggiore  di essere rilevato rispetto ad una trasmissione radiofonica transitoria extraterrestre. Continue reading C’è un messaggio alieno incorporato nel nostro codice genetico?

Fossili all’interno di un meteorite scoperto in Sri Lanka.Dimostrata la teoria della Panspermia?

Non hanno un corpo e non sono dotati di intelligenza, ma sono pur sempre alieni sulla Terra.  A sostenerne la presenza sul nostro pianeta è uno scienziato di fama mondiale. Si tratta di microrganismi extraterrestri fossili individuati all’interno di un meteorite scoperto in Sri Lanka. E costitiscono la prova che nel cosmo, attorno a noi, esistono altre forme di vita.

LA PROVA DI VITA ALIENA SCOPERTA NEL METEORITE DELLO SRI LANKA

A fare l’annuncio é stato uno dei più importanti ricercatori al mondo in materia di astrobiologia , ovvero Chandra Wickramasinghe, in un articolo appena pubblicato sul Giornale di Cosmologia e dal titolo:”Diatomee fossili in un nuovo meteorite carbonaceo”. Il noto professore dirige il centro di Astrobiologia dell’Università di Buckingham in Gran Bretagna. Continue reading Fossili all’interno di un meteorite scoperto in Sri Lanka.Dimostrata la teoria della Panspermia?

Quante civiltà aliene ci possono essere?

Alla fine, il numero di civiltà aliene ci sono?
Frank Drake scrive la sua formula per la stima di vita aliena nella galassia, l’equazione di Drake.

La famosa equazione di Frank Drake per stimare la vita aliena è stata alterata da uno scienziato per creare “l’Equazione statistica di Drake”. I risultati forniscono una buona notizia per la comunità SETI.

Il 1961 è stato un anno speciale: il cosmonauta russo Yuri Gagarin divenne il primo uomo a orbitare attorno alla Terra, mentre l’astronomo americano Frank Drake sviluppa l’equazione di Drake. Questa equazione stima il numero di civiltà extraterrestri nella nostra galassia, la Via Lattea, con i nostri attuali metodi di rilevamento elettromagnetico. L’equazione di Drake afferma:

Continue reading Quante civiltà aliene ci possono essere?