52Hz: la balena più sola al mondo

Oggi voglio raccontarvi una storia molto interessante e che, personalmente, mi ha molto colpito.

Nel 1989, un gruppo di ricercatori del Woods Hole Oceanographic Institute americano intercetta un segnale dall’oceano molto interessante. Si tratta di un segnale molto chiaro ad una frequenza molto prossima ai 52 Hz. La tipologia di segnale e, soprattutto, i movimenti nell’acqua della sorgente di questo suono sono assolutamente compatibili con quelli di una balena. Cosa aveva allora di speciale questo segnale? Semplice, sia la balenottera azzurra che quella comune, entrambe ben conosciute e presenti nei nostro oceani, “parlano” emettendo suoni con frequenze al massimo fino a 20 Hz. Continua a leggere

La top10 dei parassiti da temere quando cuciniamo

3128247837_4e8305cee7_zLa presenza di parassiti nei cibi può essere molto pericolosa. Può causare infezioni nei tessuti muscolare e negli organi interni, provocare shock anafilattici o episodi prolungati di dissenteria, che in aree geografiche meno fortunate della nostra dal punto di vista economico e sanitario possono rivelarsi una vera e propria piaga di cui spesso ignoriamo l’effettiva portata. In Asia e in Africa per esempio non ci sono dati precisi, a causa di una generale mancanza di sistemi di sorveglianza.
A questo proposito uno studio congiunto di FAO e OMS ha stilato una vera e propria top10 dei dieci parassiti più pericolosi al mondo, illustrando alcune semplici linee guida per evitare il più possibile di entrare in contatto con loro.

Continua a leggere

Ecco quello che il tuo volto dice di te – Fisiognomica del viso

fisiognomica
Tutto nel nostro corpo, dalla testa fino alla punta dei piedi, secondo gli esperti di fisionomia concorre a rivelare la nostra personalità, a patto di conoscere le nozioni base.
Con questo prontuario, semplice ma esauriente, vogliamo offrirvi un modo divertente, non lontano dalla realtà se vi appropriate con un po’ di attenzione delle cognizioni esposte, per individuare con chi avete a che fare quando incontrate persone nuove, o per capire meglio chi credete di conoscere bene, magari voi stessi.

Continua a leggere

In Siberia è stato trovato un “giubbotto antiproiettile” dell’Età del Bronzo

In Siberia è stato trovato un "giubbotto antiproiettile" dell'Età del Bronzo

La corazza ossea, unica nel suo genere, che risale a 4000 anni fa, è stata trovata in una delle periferie della città di Omsk. E’ il primo reperto del genere mai trovato in Siberia. E’ stato l’archeologo locale Boris Konikov a fare questa scoperta. E’ stato messo in rilievo da The Archaeological Institute of America, mentre la notizia dell’antico “giubbotto antiproiettile” ha capeggiato la classifica dei top news dell’edizione “The Siberian Times”.

 

Continua a leggere

Per la prima volta trovate oltre il sistema solare nubi d’acqua ghiacciata in una nana bruna

nana brunaNuvole d’acqua ghiacciata ‘intraviste’ per la prima volta al di fuori del nostro Sistema Solare, si troverebbero nell’atmosfera di una nana bruna, un ‘ibrido’ tra una stella e un pianeta gigante. Sono descritte sulla rivista Astrophysical Journal Letters dal gruppo dell’Istituto Carnegie di Washington coordinato da Jacqueline Faherty, che le ha osservate grazie al telescopio Magellano Baade. Quello che hanno visto gli astronomi non sarebbero semplici tracce di vapore d’acqua, ma vere e proprie formazioni nuvolose Continua a leggere

Adolescente inventa dispositivo che permette all’utente di comunicare con il respiro

Credito foto: Componenti di progettazione definitiva / progetto di Google Science Fair di Arsh Shah Dilbagi di conversazione
Per il suo progetto Google Science Fair , il sedicenne Arsh Shah Dilbagi di Panipat, India, ha inventato un dispositivo che permetterebbe alle persone che soffrono di disturbi del linguaggio o paralisi di comunicare utilizzando solo due diversi tipi di respiri.

Continua a leggere

I medici trovano una donna che non ha cervelletto

mulher sem cerebelo

Questa donna ha dato un nuovo significato all’espressione perdere la testa“. Al culmine dei suoi 24 anni  si lamentava di vertigini e nausea. Così i medici hanno deciso che era meglio tenerla sotto osservazione. A un certo punto, lei disse che da una vita aveva problemi di bilanciamento.

Questa combinazione di sintomi è sufficiente per  non aspettarsi una prognosi migliore , ma i medici continuato ad indagare. E quando hanno effettuato una scansione completa del  cervello della doona, immediatamente si era capito quale fosse il problema mancava un pezzetto chiamato il cervelletto. Continua a leggere

Catturato per la prima volta il suono di un atomo

Fononi al posto dei fotoni, dunque suono al posto della luce, per comunicare con un atomo artificiale. Descritto sulle pagine di Science da un team di fisici teorici e sperimentali della Chalmers University, in Svezia, il risultato apre una nuova frontiera nel mondo dei quanti.Di Marco Malaspina.

L’atomo artificiale (a destra) genera onde acustiche di superficie (SAW) costituite da increspature sul substrato solido. Il suono così prodotto viene poi raccolto da una sorta di microfono (a sinistra) formato da dita metalliche intrecciate. Crediti: Philip Krantz, Krantz NanoArt
L’atomo artificiale (a destra) genera onde acustiche di superficie (SAW) costituite da increspature sul substrato solido. Il suono così prodotto viene poi raccolto da una sorta di microfono (a sinistra) formato da dita metalliche intrecciate. Crediti: Philip Krantz, Krantz NanoArt

Continua a leggere

Eccezionale alle Seychelles, rispuntano le magnifiche lumache di Aldabra “estinte” dal 1997

Lumaca di  Aldabra 1
Mentre dal mondo arrivano pessime notizie sui record di Co2 in atmosfera e sull’innalzamento del livello dei mari che stanno inghiottendo isole e atolli, la Seychelles News Agency (Sna) racconta la storia di una miracolosa resurrezione nell’era del global warming e scrive: «Una piccola lumaca su un’isola tropicale dell’Oceano Indiano, nell’arcipelago delle Seychelles sta dando agli scienziati la speranza che la natura possa essere più resiliente di quanto pensassero  originariamente».

Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.088 follower