Archivi categoria: scienza

Ecco la pillola contro la calvizie: i capelli ricrescono in 4 mesi

Ricercatore del Columbia Medical Center di New York annuncia su Nature la scoperta. Il principio attivo in grado di curare l’alopecia autoimmune (non quella comune) si chiama Ruxolitinib ed è già in uso nel trattamento di alcune patologie tumorali. Gli scienziati assicurano: “Avrà un impatto positivo sulla vita delle persone”.

Ecco la pillola contro la calvizie: i capelli ricrescono in 4 mesi.

Continua a leggere

Gli alieni vivono nel petrolio?

Gli alieni potrebbero esistere davvero? Un team internazionale di ricercatori ha scoperto habitat estremamente piccoli che, con la loro testimonianza, aumentano la possibilità che ci sia vita su altri pianeti, offrendo allo stesso tempo un modo per ripulire le fuoriuscite di petrolio sul nostro pianeta. Lo studio “Water droplets in oil are microhabitats for microbial life”, dove sono riassunte tali conclusioni, è stato pubblicato su Science da un team di ricercatori tedeschi, di Trinidad e Tobago e statunitensi.

lago alieni 3

Continua a leggere

Nuove evidenze sull’importanza della vitamina D

800px-Sunlight_through_a_dandelion

Un nuovo importante ruolo della vitamina D nella salute della nostra sfera cognitiva sembra essere confermato da uno studio, il più grande nel suo genere, pubblicato su Neurology. Una carenza di vitamina D nelle persone anziane è stata infatti associata a un maggiore rischio di sviluppare demenza senile o il morbo di Alzheimer. “Ci aspettavamo di trovare un’associazione tra bassi livelli di vitamina D e il rischio aumentato di sviluppare queste patologie – spiega David Llewellyn, che ha coordinato il team dell’Università di Exeter – ma abbiamo trovato che l’associazione è il doppio di quanto ci aspettassimo”. Continua a leggere

Ebola, chi c’è davvero dietro il “siero miracoloso” per curare l’epidemia

ebola morte

Oggi la Liberia, che aveva chiuso le proprie frontiere per difendersi dall’epidemia di ebola che sta devastando l’Africa occidentale, ha dichiarato lo stato d’emergenza, immediatamente seguita dalla Nigeria. Più velocemente del virus si sta allargando però nel resto del mondo un altro pericolo, quello della psicosi. Contro questa terribile malattia, colta spesso nei macabri connotati di una punizione divina, sembra naturale che come baluardo di difesa – quantomeno psicologica – appaia così efficace la retorica di un “siero miracoloso” capace di curare.

Continua a leggere

Brutte notizie per il pianeta: Gli scienziati potrebbero aver scoperto come sono emersi i misteriosi buchi della Siberia

Cratere_Siberia_cop
Ricordate il misterioso buco che è apparso in Siberia? Nessuno sapeva cosa fossero e come  era comparso, e ora sembra che gli scienziati hanno una buona idea di ciò che rappresenta.

I ricercatori hanno analizzato l’aria raccolta in fondo a uno dei crateri, e il risultato sembra supportare una delle prime teorie sul mistero, che il buco SI era  formato da metano rilasciato dalla fusione del permafrost (suolo permanentemente ghiacciato dell’Artico).

La notizia è negativa perché può indicare l’ allarmante emissione di un potente gas serra. Continua a leggere

Piante, bicchieri e patatine ci ascoltano: e il Mit li fa parlare

patatine parlanti mit

Far parlare gli oggetti, ad esempio una pianta, un bicchiere d’acqua o un sacchetto di patatine, o meglio permetter loro di captare i suoni che sentono per poi riprodurli. Non una semplice registrazione. Al Mit si lavora per ricostruire i dialoghi delle persone che si trovano vicino a una pianta o di un bicchiere d’acqua decodificando le vibrazioni, trasformate a loro volta in parole. Continua a leggere

Scoperto il segreto dell’eterna giovinezza?

Lo promettono centinaia di diversi prodotti estetici delle più svariate marche: aiutare a rimanere giovani, più a lungo, grazie all’effetto mirato di creme a base di principi attivi che combattono i radicali liberi e rigenerano la pelle. Un miraggio? Per ora sì. Ma c’è chi giura di aver trovato una vera e propria fonte della giovinezza.

UNA TORBIERA IN IRLANDA
UNA TORBIERA IN IRLANDA

Continua a leggere

Dove colpirà la tempesta solare (e cosa accadrà)

Dove e quando “colpirà” la tempesta solare e quali sono i reali rischi per il nostro Paese, al di là del catastrofismo e dell’allarmismo

Dove colpirà la tempesta solare (e cosa accadrà).

Una violenta tempesta solare è in arrivo sulla terra, anche se non si sa ancora con precisione quali aree verrano interessate e quanto intensamente saranno colpite. Le zone più esposte sembrerebbe essere quello più vicine ai poli poiché proprio in quelle aree la configurazione del campo magnetico permette la penetrazione degli sciami di particelle solari. “Per questo motivo l’Europa occidentale e quella meridionale, compresa l’Italia, non sono di norma interessate in modo significativo” spiega Mauro Messerotti, dell’osservatorio astronomico di Trieste dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Ansa). Continua a leggere

La ‘tempesta perfetta’ che estinse i dinosauri. L’asteroide fu il colpo di grazia

Le grandi creature preistoriche scomparse 66 milioni di anni fa furono vittime di una sfortunata concatenazione d’eventi, dei quali l’impatto con un gigantesco meteorite da 10 km non fu che la conclusione. Il risultato, pubblicato su Biological Reviews, grazie a uno studio sui fossili. Di Marco Malaspina.

Rappresentazione artistica dell'impatto avvenuto 66 milioni di anni fa sulla penisola dello Yucatan. Crediti: Donald E. Davis / NASA
Rappresentazione artistica dell’impatto avvenuto 66 milioni di anni fa sulla penisola dello Yucatan. Crediti: Donald E. Davis / NASA

Continua a leggere

I dinosauri avevano tante piume: lo confermano nuovi fossili trovati in Siberia

Kulindadromeus zabaikalicus

I realizzatori del film “Jurassic Park” avrebbero dovuto aggiungere molto più piumaggio ai loro dinosauri generati al computer: i ricercatori dicono che i fossili rinvenuti in Siberia suggeriscono che le piume erano molto più diffuse tra i dinosauri di quanto si pensasse.

I paleontologi hanno da tempo notato che una classe di dinosauri teropodi aveva piume, sulla base di un’attenta analisi dei fossili provenienti da formazioni geologiche in Cina. I Teropodi erano carnivori, come il Tyrannosaurus rex. Continua a leggere