Archivi categoria: Salute

Fonti-Vegetali-Omega3

OMEGA 3 – La fonte privilegiata è quella vegetale

OMEGA3 – La fonte privilegiata è quella vegeetaleIN BASE A UN NUOVO STUDIO APPARSO DI RECENTE SULL’AMERICAN JOURNAL OF CLINICAL NUTRITION è stato confermato che l’assunzione di omega-3 si può ricavare più facilmente da fonti vegetali che da diete a base di pesce. Una buona notizia per tutte le specie marine a rischio estinzione, ma anche per chi ha scelto un’alimentazione vegetariana o vegana.Vegetariani e vegani provvederebbero autonomamente alle proprie necessità di acidi grassi essenziali omega-3 a lunga catena (presenti nel pesce) ricavandoli dagli acidi grassi omega-3 vegetali, quindi senza dover introdurre nella propria dieta la carne di pesce. Continua a leggere

Rimedi naturali contro la calvizie dell’uomo e della donna

Anche se a soffrirne sono più spesso gli uomini che le donne, le calvizie rappresentano una patologia molto comune che genera disagio e malessere nei soggetti che ne sono affetti e questo può significare, talvolta, perdita di autostima e, nei casi più gravi, addirittura depressione; ecco perché è importante sapere che esistono diversi rimedi naturali contro la calvizie.

Continua a leggere

La top10 dei parassiti da temere quando cuciniamo

3128247837_4e8305cee7_zLa presenza di parassiti nei cibi può essere molto pericolosa. Può causare infezioni nei tessuti muscolare e negli organi interni, provocare shock anafilattici o episodi prolungati di dissenteria, che in aree geografiche meno fortunate della nostra dal punto di vista economico e sanitario possono rivelarsi una vera e propria piaga di cui spesso ignoriamo l’effettiva portata. In Asia e in Africa per esempio non ci sono dati precisi, a causa di una generale mancanza di sistemi di sorveglianza.
A questo proposito uno studio congiunto di FAO e OMS ha stilato una vera e propria top10 dei dieci parassiti più pericolosi al mondo, illustrando alcune semplici linee guida per evitare il più possibile di entrare in contatto con loro.

Continua a leggere

Dormire poco invecchia la pelle e causa gravi malattie: tutti i consigli per riposare al meglio

Sapevi che i disturbi del sonno possono causare gravi malattie? Diabete, infarto e ictus possono essere il risultato dell’insonnia, così come l’invecchiamento della pelle e la comparsa delle rughe. Ecco tutto quello che devi sapere per dormire serenamente e svegliarti rilassata.

Dormire poco invecchia la pelle e causa gravi malattie: tutti i consigli per riposare al meglio.

Non è una novità che dormire rende belli: concedersi le adeguate ore di sonno per riposare durante la notte infatti, permette alla pelle di rigenerarsi e ai muscoli e all’organismo di riposarsi, permettendoti di svegliarti al mattino fresca e carica di energia. Ma cosa succede quando non dormi?

Continua a leggere

Uno strano formicolio: perché mani, piedi, e gambe si “addormentano”?

Tutti, almeno una volta, hanno provato una strana sensazione ad un piede, una mano, un braccio o una gamba… un formicolio, sovente talmente intenso da rasentare il dolore. Per la scienza si tratta della “parestesia”, ma nel linguaggio comune si definisce “addormentato” l’arto interessato.

piede-addormentato

Continua a leggere

9 cose che fate ogni giorno, dannose per la vostra salute

docciarsiLa maggior parte delle persone non cerca di fare tutto ciò che è male per la loro salute. Ma a volte, anche se vai deciso per la tua giornata, di colpo ti senti un po malato, e comincia a soffrire di emicrania o altri sintomi più o meno fastidiosi. Più spesso che no, non avete idea del perché la giornata è improvvisamente diventata terribile. Beh, questi potrebbero essere alcuni dei motivi per cui in realtà si sta vivendo una vita piuttosto malsana senza nemmeno saperlo: Continua a leggere

Salute: bere tè può allungare la vita, la mortalità cala di un quarto

Tè e caffè sono due scuole di pensiero. Due filosofie diverse, a volte opposte e inconciliabili, dividono gli amanti delle foglioline dai cultori della tazzina. Ora la scienza sembra dare ragione ai primi: bere tè riduce di un quarto (-24%) la mortalità non cardiovascolare, mentre bere caffè l’aumenta in modo significativo perché – come ogni fumatore sa bene – caffè ‘chiama’ sigaretta. In generale, invece, il ‘popolo del tè’ è più salutista: fuma meno, mangia meglio, fa più sport. Sono le conclusioni di uno studio presentato a Barcellona al congresso della Società europea di cardiologia (Esc), condotto da Nicolas Danchin dell’università René Descartes di Parigi. Continua a leggere