Quante civiltà aliene ci possono essere?

Alla fine, il numero di civiltà aliene ci sono?
Frank Drake scrive la sua formula per la stima di vita aliena nella galassia, l’equazione di Drake.

La famosa equazione di Frank Drake per stimare la vita aliena è stata alterata da uno scienziato per creare “l’Equazione statistica di Drake”. I risultati forniscono una buona notizia per la comunità SETI.

Il 1961 è stato un anno speciale: il cosmonauta russo Yuri Gagarin divenne il primo uomo a orbitare attorno alla Terra, mentre l’astronomo americano Frank Drake sviluppa l’equazione di Drake. Questa equazione stima il numero di civiltà extraterrestri nella nostra galassia, la Via Lattea, con i nostri attuali metodi di rilevamento elettromagnetico. L’equazione di Drake afferma:

N = N s x f p x n e x f l x f i x f c x f L

N = numero di civiltà aliene nella Via Lattea N s = stima del numero di stelle nella Via Lattea, f p = frazione o percentuale di queste stelle con pianeti sulle sue orbite, n e = numero medio di questi pianeti con possibilità di ospitare la vita così come lo conosciamo, f l = percentuale di questi pianeti che realmente sviluppano la vita; f i = percentuale di questi pianeti che in realtà si sviluppa l’intelligenza a livello umano, f c = percentuale di queste civiltà che in realtà si sviluppano tecnologia che emettono radiazioni elettromagnetiche; f L = percentuale di queste civiltà che continuano l’emissione di segnali elettromagnetici nello spazio. Questo fattore dipende  estremamente dalla durata di vita di una civiltà nel rimane comunicativa utilizzando radiazioni elettromagnetiche .

Guardando ai fattori dell’equazione di Drake, è ovvio che nessuno può essere determinato con precisione dalla scienza moderna . Mentre ci spostiamo da sinistra a destra nell’equazione, la stima di ogni fattore diventa più controversa. I termini successivi sono altamente speculativi,  ognuno a ciascuno fattore può attribuire un valore in base alle credenze personali che su fatti scientifici.

Alla fine, il numero di civiltà aliene ci sono?

Gaussiana o campana curva che mostra la probabilità di trovare l’approssimazione di civiltà extraterrestre dalla Terra. Credit: Maccone (2010)

Ma l’equazione di Drake non deve essere valutata solo dai valori numerici che produce. Alcuni dicono che l’equazione di Drake è un modo di organizzare la nostra ignoranza. Esponendo l’ipotesi di intelligenza extraterrestre matematicamente, limitiamo le reali possibilità di ogni termine ad affrontare la risposta definitiva: qual’è il numero di civiltà aliene ?

Il termine L è considerato il più importante nell’equazione di Drake. Non abbiamo idea di quanto tempo una civiltà tecnologica può durare. Anche se una sola civiltà extraterrestre dura per miliardi di anni, o diventa immortale, il fattore L sarebbe sufficiente a ridurre l’equazione di Drake per N = L. In realtà, Frank Drake riconosce nella sua targa: “NEQLSL”

Tra le decine di articoli scritti sull’equazione di Drake, alcuni hanno suggerito nuove considerazioni per la formula. Una uno studio che si distingue per l’aggiunta di principi probabilistici ben consolidati dalle statistiche  è del 2010, l’astronomo italiano Claudio Maccone  ha pubblicato sulla rivista Acta Astronautica l’equazione di Drake statistica (SDE). E ‘matematicamente più complessa e robusta di quella classica dell’equazione di Drake (CDE).

La SDE è basatao sul teorema del limite centrale, in cui si afferma che, dato il numero sufficiente di variabili casuali indipendenti con media e varianza finita, tali variabili non vengano distribuite normalmente rappresentate da una curva gaussiana o campana in un grafico. In questo modo, ciascuno dei sette fattori dell’equazione di Drake diventano variabili indipendenti positivi casuali. Nel suo articolo, Maccone  prova la sua SDE utilizzando i valori generalmente accettati dalla comunità SETI, ed i risultati possono essere una buona notizia per i “cacciatori di alieni”.

Anche se i risultati numerici non erano il suo obiettivo, Maccone ha stimato con il suo SDE che la nostra galassia può nutrire 4.590 civiltà extraterrestri. Assumendo gli stessi valori per ogni termine la classica equazione di Drake stima solo 3.500. Così l’ SDE aggiunge più di 1.000 civiltà alla stima precedente.

Un altro vantaggio  del SDE è di incorporare il concetto di standard di variazione, che mostra quanta variazione esiste dal valore medio. In questo caso il concetto di variazione standard è piuttosto alto: 11.195. In altre parole, oltre la società umana, da zero a 15.785 società avanzate tecnologiche potrebbero esistere nella Via Lattea.

Se queste società galattiche sono state uniformemente distribuite, potrebbero essere a una distanza media di 28.845 anni luce di distanza. Questo è troppo per avere un dialogo con loro, anche attraverso radiazione elettromagnetica che viaggia alla velocità della luce. Quindi, anche con un numero potenzialmente elevato di civiltà avanzate, la comunicazione interstellare sarebbe ancora una grande sfida tecnologica.

Eppure, secondo SDE,  dovremmo aspettarci di trovare qualsiasi forma di vita aliena intelligente a una distanza media che può essere 2670 anni luce dalla Terra. C’è una probabilità del 75% di trovare ET tra 1361 e 3979 anni luce di distanza.

A 500 anni luce di distanza, la possibilità di rilevare qualsiasi segnale da una civiltà avanzata si avvicina a zero. E questo è esattamente il campo in cui la nostra attuale tecnologia è alla ricerca di segnali radio extraterrestri. Così, il “Grande Silenzio” rilevato dai nostri radiotelescopi non scoraggia affatto. I nostri segnali hanno bisogno di viaggiare un po ‘più in là – almeno 900 anni luce di più – prima che abbiano un’alta probabilità di imbattersi in un avanzata civiltà aliena .

Autore: Bruno Martini

Tratto da: http://phys.org/news/2012-12-alien-civilizations.html

Fonte: Astrobio.net  

Pianeta blu

Ricordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina: Pianeta blu

Beautiful exotic planet earth

Ricordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth

       

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...