I Maya cucinavano pietanze con palline di argilla

Palline di argilla arrotondate che si trovano in Messico, rivelano una tecnica antica di cucina Maya.

clay balls
Palline di argilla di 1-2 cm di diametro-Stephanie Simms

Questo è un modo in cui i Maya cucinavano il loro cibo, secondo gli archeologi americani che hanno portato alla luce decine di pezzi di argilla arrotondati da un sito in Messico.

La ricerca condotta dall’Instituto Nacional de Antropología e Historia (INAH) con il sostegno finanziario di Millsaps College, ha portato alla luce attraverso lo scavo di una cucina a Escalera al Cielo in Yucatán di 77 palle di argilla complete e 912 frammenti più piccoli.

Le palline di argilla di circa 1-2 cm di diametro hanno più di 1.000 anni e contengono microscopici pezzi di mais, fagioli, zucche e altre piante sarchiate.

La scoperta conferma l’ipotesi che le palle “sono state coinvolte in attività di cucina legati alla trasformazione dei prodotti alimentari,” gli archeologi Stephanie Simms, Francesco Berna, dell’Università di Boston, MA, e George Bey di Millsaps College, MS, hanno scritto sul Journal of Archaeological Science.

“Questa è la prima volta che le palle d’argilla cotte sono state studiate nella zona Maya e, per quanto ne so, nessuno ha documentato l’uso di palline di argilla nella moderna cucina Maya”, Simms ha spiegato a Discovery News.

Situata sulle colline Puuc Maya dello Yucatán, Escalera al Cielo era un insediamento residenziale d’elite che è stato rapidamente abbandonato qualche volta verso la fine del periodo classico (800-950 dC), come dimostrato da recipienti di ceramica, utensili in pietra, ornamenti personali e altri materiali montati sui pavimenti.

“Sappiamo molto sulla natura di antichi re e regine Maya, ma questo tipo di studio aiuta a capire come i Maya lavoravano in cucina, che tipo di strumenti utilizzavano e le modalità di preparazione delle pietanze,” Bey ha spiegato a Discovery News, il co-regista del progetto insieme a Tomás archeologo di Gallareta Negrón e all’antropologo William Ringle.

Per comprendere meglio il significato delle palline d’argilla cotte, i ricercatori hanno usato una serie di tecniche microscopiche e la replica sperimentale. I test hanno rivelato che le palline sono state prodotte da argilla locale in un insieme di dimensioni standardizzate.

“Sono stati sparati ad una temperatura piuttosto bassa e sono stati utilizzati più volte in cucina”, ha detto Bey.

Molto palle di creta probabilmente, sono state vincolate direttamente in pentole di cibo per cucinare o riscaldare, o utilizzate in fossa (PIB in maya) in impianti di cottura del forno.

“Questo metodo di cottura comportava di scavare una fossa poco profonda, con un rivestimento di pietre o palle di argilla, poi un fuoco alto e aspettare fino a quando la legna era ridotto a brace.

Il processo è continuato mettendo radici integrali, frutta ,zucca o pacchetti di cibo avvolti in foglie di mais sulle pietre calde. Il tutto è stato poi ricoperto di terra e lascia per sigillare sul calore da un’ora fino a un giorno o più.

Le prove sperimentali hanno dimostrato “come gli antichi Maya manipolavano i materiali a loro disposizione per produrre oggetti che potenzialmente rappresentano un punto fermo di ogni inventario di cucina, forse può anche rappresentare una tecnica di cottura e cucina locale

Le palle di terracotta sono state descritte da una varietà di contesti archeologici in tutto il mondo, in particolare nel basso bacino del fiume Mississippi e del sud-est degli Stati Uniti, e nelle zone dell’Asia sud-occidentale dove l’argilla è abbondante, ma non sono in pietra. Palline di argilla simili sono state anche rinvenuti nel villaggio neolitico di Catalhoyuk in Turchia, dove sono stati trovati nei loro focolari e interpretati come attrezzi per la cottura o il riscaldamento.

Charles Kolb, un, antropologo e archeologo responsabile del programma Senior presso la Divisione di conservazione e di accesso al National Endowment for the Humanities, Washington DC, concorda sul fatto che Bey e colleghi “hanno fornito inferenze logiche sull’utilizzo di un artefatto”.

Di Rossella Lorenzi

Fonte: http://news.discovery.com/history/maya-clay-balls-121129.html

Pianeta blu

Ricordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina: Pianeta blu

Beautiful exotic planet earth

Ricordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth

 

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...